Partita del 14 marzo 2011, ore 21.00

1272057125_89554916_1-Immagini-di--poppea-wauuuu-1272057125.jpg

(nella foto: una paziente si sottopone ad una visita di un illustre clinico per guarire un curioso gonfiore anteriore)

Ecco la sporca decina:

1. Michele
2. Dino
3. Luca Miccoli
4. Alessio
5. Massimiliano
6. Matteo
7. Rocco
8. Pecco
9. Cristiano
10. Paolo

grazie Dino come sempre! e sui protocolli, il Maestro è sempre il Maestro!

Partita del 14 marzo 2011, ore 21.00ultima modifica: 2011-03-12T09:00:36+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

45 pensieri su “Partita del 14 marzo 2011, ore 21.00

  1. Ma cosa vedo… sogno o son desto? i miei occhi mi ingannano, o leggo… Dino! e buttato lì, peraltro, come fosse uno qualunque, e non il nostro Padre spirituale, la nostra guida, il nostro Vate, la nostra luce! Dino, tornato dagli inferi del duplice trauma, redivivo da un mondo fatto di riabilitazioni e maratone rinunciate, di nuovo tra noi dopo mesi (anni!) di assenza non più tollerabile: permettimi, con la modesta carica che il popolo di OES volle riconoscermi anni orsono, di rivolgerti il più affettuoso e deferente BENTORNATO! nonché, detto tra parentesi, di raccomandarti un ingresso morbido in campo, che ti vorremmo rivedere con cadenze un po’ più ravvicinate.
    un abbraccione!

  2. Caro Presidente,
    in realtà volevo rientrare in punta di piedi, senza fare rumore… ma il tuo caloroso benvenuto è il saluto più gradito che avrei potuto ricevere!
    Dunque “mi allineo”: bentrovati tutti, mi complimento per come avete saputo gestire la nostra piccola “istituzione” durante questi anni in cui sono mancato e vi ringrazio per avermi strappato (più di) qualche sorriso durante i periodi più grami delle mie convalescenze.
    Grazie anche al Senatore Fabrizio.
    A lunedì.

  3. Salve a tutti e ben tornato a Dino,
    vi seguo quasi giornalemte, purtroppo però questo periodo sono affaccendato nei lavori della nuova casa, ma credetemi mi piacerebbe molto rivedervi tutti (anche quel putrebondo figuro di Fabrizio), quindi mi concedo solo il martedi però credetemi….tornerò.
    Per notizia Davidinho s’è rotto, ma sta riprendendosi abbastanza bene.
    Un saluto affettuoso a tutti!!!
    P.S. F O R Z A J U V E ! ! !
    P.S.2 MOGGI MAGARI TORNI OGGI!!!

  4. Dino rientra a tutti gli effetti alla grandissima.
    Che spettacolo anche avere contemporaneamente un post di Oba Oba Martins.
    Dai che ce la facciamo a rientrare nella sporca decina composta da senatori dell’OLD.

    Un abbraccione a Maritino, Dino lo abbraccio stasera di persona.

  5. Salve a tutti,
    volevo solo augurare un buon rientro al vecchio e caro Dino!!
    Purtroppo i nostri sogni di rientro congiunto non si realizzeranno,
    però sono veramente contento per lui….

    un abbraccio a tutti.

    vi seguo sempre con affetto sincero e partecipazione.
    e nel frattempo cerco un nuovo sport da praticare…..(anche se in cuor mio una piccola speranza di riaffacciarmi li da voi ancora c’è…)

    The ex dean

  6. Cari Martino e Roberto the Dean (non farmi vedere quel preverbo ex!!!),
    grazie del pensiero. Spero stasera di essere all’altezza, confesso che è un esperimento, non calco il campo da gioco dal secondo infortunio..
    Una comunicazione di servizio: ho appena appreso che uno dei miei tre liberti (Matteo) è costretto a dare forfait. Ho fatto un paio di telefonate ma sto incontrando difficoltà. Si accettano aiuti..

    Riepilogo delle 12,30:

    1. Michele
    2. Dino
    3. Fabrizio
    4. Gianni
    5. Luca Miccoli
    6. Pecco
    7. Massimiliano
    8. Danilo
    9. Alfredo
    10.

  7. Grande Roby !!!
    Che malinconia e quanti bei ricordi….
    Oranges Vs Blues…… ricordate anche le polemiche pre-match nel fare le squadre on line?! :))
    Speriamo davvero in futuro di ritrovarci di nuovo tutti assieme…forse un pò più lenti ed appesantiti…ma con la stessa grinta e vis polemica di sempre!
    Un abbraccio

  8. Ottimo, così posso ricollegarmi a qualche bel commento precedente.

    Dedicato a quanti come Martino e Roberto sono affetti da irrefrenabile “saudade” (da chi ne è appena uscito…)

    Highligts di una gelida serata di fine inverno:

    1. Quando nessuno vuole smettere di giocare, sfidando irrazionalmente i rigori dei Centigradi, finché il buio dei riflettori non decreta perentoriamente la fine del match;

    2. Quando un caro, bravo, ragazzo che non ha ancora avuto la ventura di (in)contrarmi sul campo da gioco cerca ingenuamente di rifilarmi un sombrero, confidando nel fatto che la cosa possa avvenire impunemente (a proposito, bravissimo Luca, hai grande tecnica e serietà esemplare: il gruppo con te ha acquistato tantissimo in qualità e stile);

    3. Quando l’autore del goal più bello (ma non uomo-Sky, purtroppo…) viene subissato da un mucchio gioioso, al quale per somma sventura dei malcapitati sottostanti decide all’ultimo (e per ultimo…) di aggiungersi anche Pecco, saltando di ventre;

    4. Quando ti accorgi che il destino ha una parte importante ma non prevalente rispetto al nostro libero arbitrio, e che a secoli di distanza Sant’Agostino continua ad avere ragione;

    5. Quando rimani esterrefatto all’immagine di un Principe forense che urla a squarciagola il suo disappunto in maniera non proprio urbana di fronte a un pubblico costituito integralmente di esponenti (giovani e carine) del gentil sesso, forse non del tutto meritevoli di simili manifestazioni a fronte dell’ingente coraggio dimostrato contro il gelo circostante.

    6. Quando torni a casa, pieno di adrenalina che stenta a uscire dal circolo, e dormi avvolto dal calore di quella doccia calda che ha lenito solo in parte i dolori del tuo corpo ammaccato dagli scontri di gioco.

    Per tutto questo, e per molto altro ancora, rivolgo il mio più caloroso GRAZIE a tutti Voi, cari amici; ma in particolare a Gino, che propiziò il mio primo ingresso nel gruppo, e a Luca, che per ben due volte l’ha riattualizzato.

    1. Michele
    2. Dino

  9. Dino, splendida e commovente. vorrei solo puntualizzare che il principe del Foro non ero io – ove mai… – ma quell’altro che comincia con la F. e che ha lasciato una parte di sé a Shaktar Donetz (non so qual è la città). come vi è noto, sono troppo signore per lasciarmi andare a simili espressioni, porca troia!

  10. Caro Dino,
    il tuo post brilla come sempre di grande stile ed eloquenza, con una struggente vena romantica……
    Il tuo ritorno, graditissimo, ha in parte temperato il gelo e la rigida tempertura di lunedi.
    Mi scuso (nuovamente e pubblicamente) per essermi lasciato sfuggire parole e contenuti poco educati (tenuto conto della presenza di una signora con la quale mi sono comunque scusato), ma le “sciabolate” (termine caro a Piccinini), le “finte”, gli “scambi” di prima tra il buon Miccoli e l’altro giovane liberto (un fenomeno) che hai portato, hanno, non poco, messo in difficoltà ed in affanno un vecchio “lupo” come il sottoscritto.
    Comunque, come ha opportunamente rilevato l’immenso nostro Presidente, i “presagi ucraini” (puntualmente avveratisi per la gioia dei tifosi di ariccia) mi avevano già irrimediabilmente colpito.
    Non potrò essere lunedi dei vostri ma a tutti, ad abundatiam, va il mio saluto unitamente ad una ripetuta e vigrosa grattatio pallarum in vista del derby.
    Forza Roma !!!.

  11. Grande Dino, maestro di piede e di penna, la tua mancanza è stata, se possibile, più sentita nel blog che in campo.
    Un abbraccione a Roby intanto.
    aggiorno la lista:

    1. Michele
    2. Dino
    3. Luca Miccoli
    4. Alessio (amico Luca)
    5. Massimiliano
    6.

  12. Pe(cco)rvenuto!

    Da non confondere con (Pec)cor(ve)nuto…

    1. Michele
    2. Dino
    3. Luca Miccoli
    4. Alessio (amico Luca)
    5. Massimiliano
    6. Matteo (sempre più alto… l’ho visto e per lunedì è disponibile, ok?)
    7. Rocco
    8. Pecco

  13. 1. Michele
    2. Dino
    3. Luca Miccoli
    4. Alessio
    5. Massimiliano
    6. Matteo
    7. Rocco
    8. Pecco
    9. Cristiano
    10. Paolo

    Gli ultimi due disponibili solo in caso di necessità (= no adesioni illustri, precedenze etc.).

    PS: Presidè, come cambiano le cose coi protocolli giusti, eh?

Lascia un commento